• Confindustria Federorafi
    Federazione Nazionale Orafi Argentieri Gioiellieri Fabbricanti
  • Federorafi Flash
    Notizie dal mondo orafo e non
  • Approfondimenti
    Anticontraffazione · Credito · Fiscale · Internazionalizzazione · Norme Tecniche

Area Press

Rassegna Stampa · Comunicati

Federorafi Flash N.335

  • PER ALIMENTARE IL MADE IN ITALY CREATIVO

    Positivi riscontri tra le imprese partecipanti alla presentazione del 6 febbraio organizzata da Federorafi in collaborazione con l’associazione dell’occhialeria (Anfao) sulle importanti e significative novità riguardanti il credito di imposta per i campionari innovativi nella gioielleria. L’appuntamento ha permesso di approfondire questa nuovissima opportunità e di spiegare le modalità e le procedure formali per permettere alle aziende interessate di utilizzare il credito già all’interno del bilancio 2017. Il credito d’imposta è utilizzabile, nella misura del 50% dell’intero valore, in compensazione con modello F24 nell’anno successivo a quello di effettuazione degli investimenti (per ipotesi dal 01 /01 /2018 per gli investimenti sostenuti nel 2017). Altro dato interessante è che questo credito è cumulabile con altri strumenti agevolativi e non ha vincoli circa le dimensioni delle aziende in termini di fatturato, dipendenti, ecc.. Da tenere presente, infine, che questo beneficio è utilizzabile fino al bilancio dell’anno fiscale 2020.

  • DUBAI E REPUBBLICA CECA

    Inizio d’anno ricco di interessanti opportunità ma anche di qualche criticità spesso frutto di pretestuose azioni ostruzionistiche. In riferimento alle criticità, le più significative giungono dagli EAU (principale mercato di sbocco dell’oreficeria made in Italy) e dalla Repubblica ceca.

    EAU: dai primi giorni dell’anno sono state segnalate dagli operatori notevoli difficoltà nelle modalità di esportazione verso Dubai dovute ad una restrizione nelle procedure di rimborso Iva/dazio e a comportamenti difformi delle Autorità locali nella gestione dei carnet Ata. Sulla questione sono già intervenute nelle diverse sedi nazionali, europee ed internazionali sia Federorafi che le Sezioni orafe di Confindustria Toscana Sud/Arezzo e di Confindustria Vicenza.

    Repubblica Ceca: altro tema scottante, l’adesione dell’Italia alla c.d. Convenzione di Vienna (“hallmarking”). Ad ottobre grazie all’intervento del MISE e della nostra ambasciata a Praga era stato di fatto rimosso il veto della Repubblica Ceca all’adesione del nostro Paese all’accordo internazionale. La scorsa settimana invece il Vice Ministro dell’Industria ceco, rimangiandosi di fatto quanto stabilito ad ottobre, ha fatto presente che l’Italia deve riavviare ex-novo l’iter di adesione. Questo ovviamente con lo scopo di dilatare ulteriormente i tempi. L’Ambasciata italiana a Praga ha già mosso i passi ufficiali mentre la Presidente Ciabatti ha immediatamente scritto al Ministro Calenda per sollecitare un intervento ai massimi livelli.

  • LAST CALL PER LE ASSISE: VERONA 16 FEBBRAIO

    Ultimi giorni per iscriversi alle Assise Generali di Confindustria che si terranno a Verona venerdì 16 febbraio. La giornata prevede a partire dalle ore 10:00 la partecipazione degli imprenditori a sei sessioni tematiche su:

    1) Italia più semplice ed efficiente: più mercato, meno Stato

    2) Prepararsi al futuro: scuola, formazione, inclusione giovani

    3) Un paese sostenibile: investimenti assicurazione sul futuro

    4) L’impresa che cambia

    5) Un fisco a supporto di investimenti e crescita

    6) Europa miglior luogo per fare impresa. Prospettiva mondo.

    A seguire un lunch e nel pomeriggio dalle 14:30 la sessione plenaria.

    Invitiamo gli imprenditori a presenziare alle Assise procedendo per tempo all’iscrizione direttamente dal sito di Confindustria: http://www.confindustria.it/Aree/assise2018.nsf/Home?OpenForm .

  • COME FINANZIARE LA CRESCITA

    Confindustria organizza, per il prossimo 28 febbraio a Milano, il convegno “Finanziare la crescita. Le opportunità della quotazione per le PMI e le novità del mercato AIM Italia”.

    Il convegno - al quale parteciperanno rappresentanti del Governo, di Borsa Italiana, del sistema finanziario e del mondo imprenditoriale - è dedicato a illustrare alle PMI ad alto potenziale di crescita i vantaggi della quotazione e le novità che riguardano il mercato AIM Italia, il segmento di Borsa che costituisce un punto di incontro tra investitori e PMI alla ricerca di capitali per alimentare i propri programmi di sviluppo. Saranno discussi, tra gli altri temi, l’incentivo per la quotazione delle PMI introdotto dalla Legge di Bilancio 2018, le recenti modifiche del Regolamento del mercato AIM Italia e gli effetti dei PIR, grazie a quali una grande liquidità sta affluendo sui mercati di borsa. Si tratta di un appuntamento estremamente importante per le imprese impegnate in processi di crescita, innovazione e internazionalizzazione che hanno necessità di diversificare le fonti finanziarie e attivare nuovi canali e per le quali la quotazione può rappresentare un importante canale aggiuntivo di finanziamento. Programma presso la Segreteria Federorafi.

     

    Si ricorda che dal 1 gennaio 2018 Federorafi si è trasferita in una sede situata sempre a Milano ma in Via Alberto Riva Villasanta, 3 (telefono, fax ed email invariati).

     

    https://www.facebook.com/federorafi/

Notizie dal mondo orafo e non